Edimburgo e Glasgow: due facce della stessa anima

Ritorno a scrivere sul mio ultimo viaggio, questa volta mettendo a confronto le due città più grandi della Scozia: la capitale, Edimburgo e il suo centro economico, Glasgow.

Edimburgo è la città più importante della Scozia e conserva un fascino che la rende profondamente diversa dalle capitali europee più conosciute.

L’architettura vittoriana, intervallata da edifici gotici e cimiteri, le conferiscono un aspetto cupo, a tratti spettrale, ma assolutamente interprete dell’animo scozzese e della sua cultura.

IMG-20170417-WA0012
Il Castello di Edimburgo ed uno dei famosissimi taxi della città

La Old Town, la città vecchia è l’espressione massima della struttura urbana dell’antica capitale. Passeggiare su High Street è un vero e proprio salto nel passato, un tuffarsi nelle storia di una città che ha conosciuto il massimo splendore nell’800 e che sembra aver voluto fermare il tempo a quell’epoca, facendosi sorvegliare costantemente dal Castello di Edimburgo, visibile da praticamente qualsiasi zona del centro storico. Il castello è un complesso di dimensioni enormi ed è indubbiamente il simbolo della città.

Io ne sono rimasta affascinata, soprattutto per la sua posizione: così in alto e così apparentemente irraggiungibile, qui vi hanno abitato i re e le regine di Gran Bretagna, avvolti da un ‘aurea di mistero e soggezione. Ho immaginato come potesse essere vivere da suddito ad Edimburgo e sentirsi così distanti dalla nobiltà, mentre la vita continua ai piedi della collina. Edimburgo è pregna di storia, e io ho amato molto questo aspetto della città, ma ovviamente non c’è solo il passato, anche il presente e il futuro si fanno sentire prepotentemente nella capitale.

La via dello shopping, Princess Street è probabilmente la più bella che abbia visto in Europa e anche fuori. Divide la Old Town dalla New Town, e nonostante ospiti alcune delle boutique delle griffe più in voga, non ha perso le caratteristiche tipiche dell’urbanistica della capitale scozzese. In fondo alla strada si scorge la collina di Calton Hill, il punto panoramico della città, che ospita i resti dell’antico insediamento di epoca romana.

20170411_124627
I resti romani sulla collina di Calton Hill ad Edimburgo

Il futuro, le scoperte tecnologiche e scientifiche diventano protagoniste al National Museum of Scotland, un edificio enorme, nel bel mezzo della città che all’interno sembra essere un’antica stazione e che conserva alcune scoperte e alcuni reperti interessantissimi. Ne consiglio assolutamente la visita, anche perchè come tutti i musei in Scozia, è gratis.

Permettetemi di dedicare un paragrafo a parte alla National Gallery of Scotland, la galleria di arte moderna della città, un vero gioiello. Ho visitato alcuni dei musei più importanti al mondo, tra cui il Louvre di Parigi, giusto per citarne uno, ma continuo ad essere dell’idea che i musei migliori siano quelli più piccoli. Conserva opere di alto livello, tra le quali distaccano quelle del Rinascimento italiano. Io ho amato particolarmente un dipinto rappresentante Venere e Marte di Paolo Veronese. Anche questo museo è completamente gratuito.

Da visitare anche il Royal Botanic Garden, il giardino botanico della regina che ospita varietà stranissime di piante e fiori e offre una delle viste più mozzafiato della città. Anche questo gratuito.

DSC_0010
Bellissimi fiori al Royal Botanic Garden, ad Edimburgo

Insomma una città dalle mille sfaccettature, ma che mantiene tratti senza tempo, fermi ad un passato che ha ancora molto da dire.

 

 

 

 

Un passato che sembra essere stato completamente inglobato dalla nuova prepotente metropoli a Glasgow, una città cosmopolita, figlia di un recente sviluppo economico e culturale.

Glasgow ha le sembianze della tipica città europea: grandi piazze, come la splendida George Square, sulla quale si affaccia l’imponente Palazzo del Parlamento; il fiume Clyde, che attraversa tutta la città; importanti musei, ristoranti, e raffinate boutique su Bachanan StreetArgyle Street.

DSC_0066
Il Fiume Clyde che attraversa Glasgow

Glasgow, il cui nome in gaelico significa “piccola valle verde” , ospita tanti giardini eleganti e tanti spazi verdi.

Molto caratteristiche anche le opere di street art che decorano i palazzi della città, conferendole quel clima di modernità che si respira in ogni suo angolo.

DSC_0073.JPG
Street Art per le vie di Glasgow

 

Avevo letto che è la meta preferita per chi vuol assaporare la vera cucina scozzese ed effettivamente è così: ho mangiato benissimo e ho assaggiato piatti tipici della tradizione. La Scozia propone comunque un’ottima gastronomia, un motivo in più per visitarla.

Queste due città, a solo un’ora di distanza l’una dall’altra, mostrano due anime differenti della stessa nazione, le due facce della stessa medaglia che rendono questa terra un luogo unico nel mondo, ricco di suggestioni, cultura, tradizioni.

Allora che aspettate? Prossimo viaggio la Scozia?

A presto

La Rondine

 

Annunci

2 pensieri su “Edimburgo e Glasgow: due facce della stessa anima

  1. Bel post! Sono stata a Edimburgo ormai una decina di anni fa, mi è piaciuta subito e mi sono ripromessa di tornare e visitare la Scozia in modo più approfondito. Purtroppo ancora non è successo ma mai dire mai!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...